CJ Hamilton e la sua irresistibile voglia di ballare

Canta anche senza musica lui, perché ce l’ha nel sangue. Si chiama CJ Hamilton, ventenne italo americano che ieri, martedì 8 novembre è stato ospite della diretta di Radio Delta International da “Loft.73” di corso Garibaldi.
Un concentrato di energia, gioia di vivere e di cantare, ma anche di ballare, suonare, coinvolgere con la sua musica tutti i giovani del mondo.
L’estate scorsa è uscito il suo primo singolo, intitolato “Take to flight”, realizzato alle isole Barbados dove ha incontrato l’artista Papa Winnie, dal qual CJ ha già imparato molte cose, perché lui stesso ha compreso l’importanza della preparazione, il valore della professionalità anche nel mondo dello spettacolo.

bst
bst
bst
bst

“La musica è gioia, è vita; il ritmo della musica è come il battito del cuore: lo sentono tutti. Nelle mie canzoni c’è divertimento ma anche lo stimolo a realizzare i nostri sogni, perché tutti ce la possono fare”, ha detto CJ Hamilton al microfono di Radio Delta, intervistato da Lisa Ferrario e Rudy Neri, (alla consolle per la diretta radio dal negozio di abbigliamento Loft.73 fino al 2 dicembre). E peccato che via radio non si sia potuto vedere, ma CJ ha anche accennato ad alcuni passi di tip tap, imparato quando aveva 4 anni.
Con CJ Hamilton c’è sempre Maria Crepaldi, la sua manager che lo accompagna dove è chiamato come ospite a parlare o ad esibirsi.
Il giovane cantante pop si divide tra l’Italia, New York e le Barbados, alla ricerca di sempre più interessanti spunti per il proprio lavoro. Recentemente ha partecipato ad un evento benefico con la IRC, quale testimonial nelle scuole dell’importanza dei defibrillatori, cantando tra i bambini.
“Oggi si deve studiare anche per cantare e ballare Si deve essere preparati, ci vuole professionalità perché ci sono artisti eccezionali in giro”, ha spiegato CJ Hamilton, il ragazzo dalla faccia simpatica e pulita, autentico nei modi e nelle espressioni, che sta vivendo il suo sogno con i “piedi per terra”, semplicemente trasportato dalle note della sua musica, e dalle possibilità che oggi offrono le comunicazioni, tra lanci del suo disco via social, via web, via radio e chissà quali altri canali.

print